18 novembre 2007

Il rally di Bonnanaro.

Lo scorso agosto il mio amico Antonio, provetto pilota di rally, mi ha portato ad assistere ad una gara organizzata in maniera artigianale a Bonnanaro.
Quel giorno ho imparato due cose: che cos'è il paesaggio berchiddese e come un semiasse si può infilare nel cambio di una Nissan Sunny, con risultati disastrosi.
Ma Antonio è anche un provetto meccanico e giura di aver già trovato il modo di riparare la malcapitata vettura.

Ecco la Nissan di Antonio pronta per affrontare la gara.

Ed ecco il vostro a cavallo di una minimoto. Notare il cappello fantozziano.

Ebbene, ecco una piccola striscia che racconta quella fantastica giornata.
Dedico questa paginetta ad Antonio e a AndreaD che tanto vuole queste foto.

5 commenti:

AndreaD ha detto...

Non avevo mica capito che era una rara Sunny GTI-R! Gran bella bestia: adesso la venderebbero come il pane, all'epoca erano forse un po' contingentate... Fa impressione vederla... cannibalizzata! Ma è sicuramente efficace! I cerchi, sbaglio, o sono della Golf Country (altra rarità)? Comunque "tu sulla minimoto" fai ancora più impressione (LOL)! Immagine ideale per un ipotetico curriculum? No? Quarta di copertina della tua auto(moto)biografia? Sarà il mio prossimo sfondo scrivania per i giorni bigi...
Comunque questo: http://www.subito.it/vi/1631721.htm?ca=4_s&c=2 ne vende una (di Sunny)... metti che ha dei pezzi o sa dove pescarli... Ma il tuo amico, mi da l'idea che sa cosa, come e dove... Ah, p.s. bella l'idea della barra duomi come proteggi radiatore: il Mc Gyver della preparazione!!!

Anonimo ha detto...

Pippo, il paesaggio alla Berchiddese ti è proprio rimasto impresso! Ad ogni modo le tue performance in minimoto sono memorabili come anche quando siamo riusciti ad andarci in due e senza casco!
Siamo proprio dei banditi...
Ad ogni modo zia Sunny è nuovamente in forma, tanto che l'altra settimana ha allegramente arato le strade sterrate nei pressi della mia casa di campagna, per la gioia dei vicini...
Mi sono bastate un paio di settimane di lavoro notturno, quattro bombole di argon, due matasse di filo d'alluminio, un semiasse di golf, un paio di ustioni facciali causate dalle saldature e la giostra è ripartita alla grande... Appena ricapiti da questi pizzi ci facciamo un'altra garetta!
Per DavideD: la barra duomi è della mia vecchia Renault 5 Turbo, e mentre cercavo un sostituto del mozzicone di paraurti originale si è gentilmente presentato all'appello, per essere riclicata e godere di nuova vita ;-)

Saludos!

AndreaD ha detto...

...Un grande! Non so che altro dire.
A tavoletta anche per me!

Pippo ha detto...

antonio è il re sardo delle modifiche artigianali.
anzi, secondo me non riesce a stare con un oggetto senza modificarlo o, in alternativa, senza farlo a pezzi e gettarlo nei cassonetti della monnezza.
:-)

Anonimo ha detto...

Mitico Antonio!!
La prossima volta pero` voglio venire anche io a godere un po di tutta la polvere e dei fiumi di birra Ichnusa!!
Un abbraccio ad AndreaD che non vedo da tantissimo se non di sfuggita quel fatidico giorno!
Lu