15 giugno 2005

Uniti nella fede del metallo.

Asolto metal da quando ho 13 anni. Sì, alla fine degli '80 vestivo jeans elasticizzati, chiodo e Adidas alte bianche. Mia mamma mi diceva: "Non mettere quei jeans!" Anni dopo mi ha confessato che temeva per la mia fertilità.

A 19 anni, ad un concerto dei genovesi Detestor, ho fatto stage diving, e mi sono procurato un trauma distorsivo tibio-tarsico. Pronto soccorso, lastre, fasciatura.

Potevo, con queste premesse non andare al Gods of Metal 2005? Forse sì, ma ci sono andato. Con il chiodo e le scarpe da ginnastica alte.



Cosa mi è piaciuto:
  1. Le ritmiche degli Obituary. Precise, compatte, piene, veloci. I 5 ragazzi hanno dimostrato stoffa ed energia. Anche i suoni non mi sono dispiaciuti. ESP, Charvel e EMG marchi obbligatori, a quanto pare...
  2. La rabbia cieca di Kerry King degli Slayer. Tatuato come Tyson, ha tirato riff velocissimi e precisi per più di un'ora. E' sempre lui.
  3. Gli Iron Maiden. Per forza: hanno 50 anni e saltano come matti per due ore filate. E la musica: potenti da paura, suoni aggressivi ma nitidissimi, mai impastati. Bruce è Bruce, mica cotiche. Fender rules, alla faccia dei legnacci modaioli :-)



Cosa non mi è piaciuto:
  1. Il suono della chitarra di Hanneman degli Slayer: un crunch che non c'entrava nulla con il suono degli Slayer.
  2. I Lacuna Coil. Un copia degli Evanescence con un grosso complesso di inferiorità. Tra una canzone e l'altra il cantante continuava a ripetere: "Lo so che volete i Maiden, ma abbiamo quasi finito". Si può?
  3. I soli di Obituary e Slayer. Andiamo, ragazzi: le sestine tutto in alternata a 200 bpm vi riescono in studio, ma dal vivo non si capiva niente. Le ritmiche bastano e avanzano.
  4. Il volume del concerto. Troppo basso. Si poteva parlare a voce normale a pochi metri dallo stage. Ehi, era Heavy Metal, mica Buble!

12 commenti:

Anonimo ha detto...

sei andato per verificare l'impianto audio e la tecnica dei musicisti o per vivere delle emozioni?

Pippo ha detto...

hai ragione.
messa così ho dato poco spazio alle emozioni che invece non sono mancate, tutt'altro.
vedere dal vivo e vicino i gruppi che di solito si ascoltano in auto o a casa è grandioso.
e da qui si vede chi davveero è in grado di trascinare il pubblico.

Anonimo ha detto...

...mai appendere il chiodo al muro!...e come mai non hai messo anche i jeans elasticizzati? (mi sarebbe piaciuto RI-vederti vestito così)

Anonimo ha detto...

quali emozioni, sentiamo...

Per me ascoltare metallo è come trovarmi con la testa dentro al reattore di un aereo.

Pippo ha detto...

e allora che te le spiego a fare?
stattene con la testa nel reattore, che almeno la usi per qualcosa.

masterlele ha detto...

Gods of metal 2005.. a me è piaciuto di gran lunga di piu quello del 2004.. ma questo non c'entra.. volevo chiederti un grooooooosso aiuto, sai mica dirmi se in questi oscuri anni moderni posso ancora trovare le mitiche scarpe bianche alte?? help..

Pippo ha detto...

secondo me si trovano ancora. magari devi cercare un po' tra gli scaffali carichi di quelle improbabili nike mutanti...

masterlele ha detto...

ti ricordi mica il nome del modello per caso??.. mi ricordo che ce le aveva mia zia che ancora ero piccolo.. erano fantastiche!!

Pippo ha detto...

adidas abdu jabar
ma quelle non ci sono più
cerca tra i modelli simili

Anonimo ha detto...

Beh, scusa se mi permetto di postare un commento solo adesso... io, al contrario tuo, non sono cresciuto col metal addosso, mi piace quasi tutta la bella musica, spazio da un genere all'altro... Beh, stravedo per gli Evanescence, però... stravedo ancor di più per gli italianissimi Lacuna Coil, che constato tui non conosci minimamente: altrimenti non avresti potuto parlare di copia, visto che i Lacuna suonano la loro musica dal 1998 (anno di pubblicazione dei loro primi dischi). Informarsi prima di spararle grosse

Pippo ha detto...

grazie anonimo per il tuo ultimo commento che mi ha fatto sbadigliare parecchio alla prima riga. che hai scritto nelle altre? me le riassumi?

Anonimo ha detto...

lacuna coil copia degli evanescence con complesso d'inferiorità....è l'unico gruppo italiano metal che oltre a suonare bene(come tanti altri gruppi Italiani metal)per d più è riuscito a vendere un casino all'estero...ps quando Cristina e soci incidevano "lacuna coil" nel 97 amy lee era al liceo a scaccolarsi...