24 marzo 2009

Le dieci cose che odio di più.

Si sa che invecchiando si diventa meno tolleranti e più brontoloni. E un grande vantaggio della senescenza e' poter dire quello che si vuole senza incorrere nelle altrui rimostranze o in pedanti sanzioni sociali.

Ho deciso di portarmi un po' avanti con una piccola lista delle cose su cui proprio non vorrei sbattere più il naso, con la promessa di allungarla nei prossimi post.

1. Gli spazzolini GUM con la punta di gomma in fondo
2. La suoneria tipo vecchio telefono dei nokia
3. Actually tradotto attualmente
4. I libri di Coelho impilati all'ingresso delle feltrinelli
5. Le chitarre elettriche Parker
6. Linus di radiodj
7. La pubblicita' radiofonica dei negozi Expert
8. Gli add e i Buon weekend! su MySpace
9. Le foto storte
10. La cannella in tutte le sue forme, quantita' e usi, senza eccezioni.

I più arguti fan di "caccia all'intruso" obietteranno che ho menzionato un appartenente, seppur per un soffio, al regno animale anziché al mondo delle cose e delle idee.

Ripensandoci, mi sembra una questione di lana caprina, qualunque cosa significhi.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

IL PUNTO 9 È SACROSANTO!!!

Un saluto in bolla :-)

Fulvio

Piè ha detto...

A proposito del punto 10: qui in Grecia la canella la mettono dappertutto. Bastaaaaa!!!!

Pippo ha detto...

pie', anche in america e' ovunque, poure negli ascensori e nei dentifrici.... terribile. ma perche, poi? a chi piace?????

Strato2006 ha detto...

Sulle chitarre Parker sono assolutamente d'accordo, per me sono seconde solo alle Ibanez come odiosità...
Ciao Pippo

album foto ha detto...

Alcune cose di questa lista le condivido in pieno!